11 A qualcuno piace caldo, 1

Qualcuno ama stirare.
Dicono che è un lavoro pulito e di grande soddisfazione.
Ho conosciuto una persona che dichiarava di impiegare 45 minuti per stirare una camicia da uomo e una volta sono stata davanti alla vetrina di una lavanderia cinese di Manhattan a guardare il titolare che ci ha messo un tempo analogo per trasformare un cencio in un capo di abbigliamento rigido e scintillante come una corazza. 
In ogni caso, fra tutti i mestieri domestici, stirare è probabilmente quello più specializzato, richiede destrezza e senso dei tessuti, della loro composizione, del verso e delle reazioni. Non a caso ‘il ferro è la bugia dei sarti’, capace di rimediare agli errori e di raddrizzare ciò che è storto.
Per stirare l’attrezzatura è fondamentale e chiunque abbia tentato di utilizzare in albergo un cosiddetto ferro da viaggio sa di che cosa stiamo parlando; uno dei sogni di chi ama stirare è di provare una volta una vera macchina professionale di quelle che sbuffano autentico vapore e in una sola passata hanno fatto il lavoro.
Le nostre riflessioni di inizio anno piacerebbero a Man Ray, che di un ferro da stiro trovato da un rigattiere (un ready made è questo) ha fatto un Cadeau. L’applicazione di una striscia di 14 chiodi ha reso inservibile l’oggetto privandolo non solo della sua funzione ma anche di alcune sue caratteristiche fondamentali: non più una superficie liscia che scivola facilmente sul tessuto ma un oggetto nuovo dal vago aspetto sadico (l’artista stesso disse di averlo usato per ridurre in brandelli l’abito di una bella ragazza per poi osservarla danzare, deduciamo senza più l’abito indosso), che non può più essere appoggiato orizzontalmente e che bisogna maneggiare con cura. 

L’arte è anche ‘cosa mentale’.

Ricordiamocene la prossima volta che ci troveremo davanti alla solita montagna di panni da stirare e avremo l’impressione non di una corvée ma di un raffinato impegno concettuale venato di humor.
Provare per credere.

Man Ray, Cadeau (Dono) objets trouvès on iron, 17,2 x 10 1921-1963