114 Il gioco del 15

Settimana di ripresa professionale, ad annegamento e impatto frontale.
Bene, sono di quelli che, come dice Franco Marcoaldi, come le olive danno il meglio di sé sotto torchio.

Rientrata dalla 2 giorni accademica, treni in ritardo e sporchi con le scuse per il disagio ripetute a ogni fermata.

Fatto con mie studentesse (studenti ammessi senza diritto di voto) giochino in cui mostravo due foto strappate da rivista letta in viaggio, la prima con Sébastien Chabal, che già conoscete (puntata n°101), immagine 1 in alto, la seconda con Andrew degli MGMT, immagine 2 in alto a sin.. Ben, l'altro MGMT (immagine 2, a destra), non lo avevo proprio notato.
Come accade a Nino in Amélie, ho visto quello che c'era dietro il foglio per caso, mostrandone l'altro verso (nel mio foglio strappato le foto non erano accostate come le vedete voi, bensì recto e versus). 

'Con chi uscireste stasera?'
Un plebiscito.
Tutte con l'orco.
Ventenni graziose, talora timide, spesso ritrose, a spasso col mostro. 
Ho detto che la macchina sulla quale lui sarebbe arrivato avrebbe avuto una paurosa inclinazione dalla parte del guidatore, ho insinuato il dubbio sulla bontà della conversazione.

Niente.

Una delle ragazze ha scatenato una bordata di risate riconoscendo il profumo del padre, comunque, lui, il genitore, diverso come aspetto e, probabile, anche come odore, dal coso.

'Con Andrew vorrà dire che ci esco io', ho chiuso.
'Sembra un manga', aveva commentato, geloso, uno dei maschi.
'Appunto', ho tagliato corto.
Fra l'altro l'orso, la sera, dopo il lavoro, lo preferisco, come compagnia, di pezza.

Mio conduttore radiofonico preferito in servizio da lunedì scorso (oggi è venerdì): oasi e approdo.
Fino a questo momento mi ha mandato 15 sms, alcuni, d'accordo, con la scritta 'segue', ma il conto, alla fine, è quello.

Ho così appreso che apprezza il bagno bollente, che lo prende ad occhi chiusi, ascoltando musica e, se li riapre, leggendo un libro di piccole dimensioni. Predilige la sera, quando il telefono tace. Non transige sul fatto di trovare l'accappatoio all'uscita dalla vasca.

(Le confidenze si fanno liquide).

(Ho conosciuto uomini ben più esigenti e rompitasche).

Mi dice cose gentili: 'W chi va a Chablis'. Ovviamente, il suo fiore.

E poi, liriche (sentite bene): ''Smanie implacabili' canta Dorabella in Così fan tutte. Come si vede nei panni del personaggio mozartiano?'.
Bene, ho risposto, Mozart mi calza come un guanto, anche se sono di temperamento drammatico e mi ritrovo di più in Tosca Butterfly Marguerite e pure Violetta.

Ma prima di tutte Charlotte, quella della puntata 102.

Vuoi vedere che, se mi gioco bene le mie carte, scusate, i miei messaggini, la mia anima sarà finalmente riconosciuta da un'altra? 

Sébastien Chabal

MGMT, Andriew e Ben, foto Benni Valsson per Petit Bateau, 2009

Gioco del 15