187 Sante parole, 2

''I temi di lavoro dati agli studenti non sono molti. In particolare, Mies insiste nel chiedere loro di progettare case a corte...e li incita a mettere a punto il progetto sotto forma di schizzi, anche un centinaio, prima di disegnarlo in pulito. Lo stile delle correzioni è spesso inflessibile, infatti il leitmotif miesiano, come riferisce il Bauhausler americano Howard Dearstyne, è 'Ci provi di nuovo! (nel testo originale: 'Recommencez!')''.' (Jean-Louis Cohen, Ludwig Mies van der Rohe, Paris, 1994)

(da dire gentilmente alla colf quando non riesce a cambiare il sacchetto dell'aspirapolvere, stirare a piombo le lenzuola di lino, mettere dritti i libri, allineare la riserva di panni spugna, tutti quadrati e tutti uguali, in perfetto stile Bauhaus, dopo aver pulito il ripiano che li contiene. Anche dirlo a se stessi in analoghe circostanze non è una cattiva idea).  

Mies van der Rohe negli anni '30

Bauhaus Dessau su francobollo

Jacob Dahlgren, Colour Reading and Contexture, 2005, esempio di capacità di allineamento e ordine. Fra i materiali usati ci sono anche panni spugna