51 God is in Details

Eccone un altro (per quello principale, il nostro Mies, v. puntata n° 33 No liquids allowed). Greg Martin è proprietario di un coffee shop e di una panetteria a Minneapolis, Minnesota. Part-time si occupa anche di ristrutturazione di immobili, è spesso capitato che risistemasse una casa, ci abitasse per un paio di anni e poi la vendesse per passare al progetto successivo. Tralascio il pensiero dell’incapacità di tutti i miei numerosissimi panettieri (non sono mai contenta del pane che compro, per colpa del pane, chiarisco) a sistemare anche il solo bancone di vendita, figuriamoci un appartamento e passo oltre. Greg è anche un esperto di design contemporaneo ed è stato interpellato per dare qualche suggerimento per tirare fuori il meglio dai materiali impiegati per il proprio spazio abitativo (il suo misura 1.200 mq, pensate la fatica che occorre per tenerli puliti ’tutti’): ’Ossessionatevi con il dettaglio. E’ un elemento vitale nel completare un ripristino. Sono diventato pazzo per essere sicuro che tutti i dettagli fossero corretti...Ma quando investi così tanto tempo e tanti sforzi in un progetto non puoi tirare via’ (’tirare via’ in inglese si dice ’to cut corners’, tagliare le curve, ma rimane il concetto di angolo, uno dei luoghi fondamentali dell’esistere e uno dei più difficili da pulire in casa). (Dalla mia rivista di decorazione preferita, inglese, numero di settembre, uscito là il 30 luglio e arrivato qua, con miracoloso anticipo sui tempi consueti - v. puntata n° 23  (S)porco mondo -, il 22 agosto).

Balto Building a Minneapolis, Minnesota, edificio degli inizi del ’900 ora di proprietà del fornaio Greg Martin