9 Gli Atelier culinari, 3: SEMPLICE

Gli atelier culinari de Il sole al guinzaglio
27 marzo - 29 maggio 2017
Lunedì ore 18:00-19:00
Saletta di via Gaspare Spontini 17 00198 Roma

Mangiare con gli occhi. Un seminario di Storia dell’arte ispirato a libri e blog di artisti che si esprimono con il cibo. Zero calorie e abbondante nutrimento per l’anima

Foglio n° 3 lunedì 10 aprile 2017

L’aforisma del Professore: ‘Invitare qualcuno, è farsi carico della sua felicità per tutto il tempo che è sotto il nostro tetto’ (Brillat-Savarin)

‘Semplice,  come le storie che cominciano…’ cantava Gianni Togni nel 1981. Anche la nostra storia con gli Atelier culinari è quasi ai suoi inizi, quindi oggi lavoriamo su un concetto che è un aggettivo e un sostantivo e che ha tanti significati. In origine, semplice significa ‘piegato una sola volta’; per estensione, è semplice ‘ciò che consta di un solo elemento e non ha nulla di aggiunto e mescolato’ (Zingarelli), qualcosa di ‘elementare, privo di complicazioni’, facile, schietto, sincero, che alleggerisce i dubbi (‘’una semplice domanda’), sta alla base di qualunque gerarchia (‘un soldato semplice’), diventa, volendo, attributo degli inesperti, semplicità come dabbenaggine, o un luogo dove si coltivano le erbe medicinali, il Giardino dei semplici. Dunque, come sempre con le parole, c’è una grande ricchezza a nostra disposizione. E oggi partiamo, appunto, da tre libri di cucina capaci di contenere, oltre a tante ricette, parole nelle quali troviamo abbondanza di suggerimenti.

Sonia Ezgulian, di origine armena, una ‘cuoca che scrive’, è stata a lungo chef in un ristorante di Lione. Poi si è consacrata alla scrittura, ha inventato ‘La biennale della Sardina’ e scritto, fra le tante cose, un’operina sulle ‘mouillettes’, le fettine di pane da intingere nelle uova à la coque.
Jean-François Mallet, fotografo, ha scritto il libro di cucina più semplice del mondo.
La casa editrice Solar ha pubblicato un volumetto dedicato a ‘debuttanti, studenti, amatori del campeggio, dilettanti, gente che va di fretta, curiosi’, ovvero a coloro che forse hanno una sola padella e che, con quella, vogliono fare tutto.              

E, a conclusione di questa presentazione, un proverbio pieno di saggezza: ‘Non complicare le cose semplici; non semplificare quelle complesse’.                                                  

I libri di oggi
Sonia Ezgulian, Cuisiner, tout simplement,  Paris, 2015 www.soniaezgulian.com
Jean-François Mallet, Simplissime. Le livre de cuisine le + facile du monde, Paris, 2015
Je cuisine avec un poêle, pour ceux qui n’ont qu’une poêle (et une seule), Paris, 2015

La ricetta di oggi: le Frittate diverse, che ‘si fanno semplici e composte’, Pellegrino Artusi n° 145

Le lezioni sono a cura di Rosella Gallo
Docente di Storia dell’arte
Accademia di Belle Arti di Napoli

06.7809040
347.2512437
info@ilsolealguinzaglio.it

 

Sonia Ezgulian

Jean-François Mallet